MIZIZI, la moda del futuro AfroVintage

Mizizi che significa in swahili "radici", è il nome di una  linea di abbigliamento emergente, che con i suoi disegni e modelli rispecchia un po’ la società multietnica dell’Italia.  Questa idea di abbinare insieme le stoffe delle tradizioni africane e i modelli europei  è di una giovane affascinante stilista oltre che fotografa, Alesia Rose  Moroni Nawezi.  Nata e cresciuta a Roma, ha avuto la possibilità di viaggiare a l'estero, e l’esperienza acquisita altrove dà una visione di una donna di mente aperta, grintosa, che non si ferma davanti a questa crisi e che ci insegna ad essere  obbiettivi e determinati nella vita. Sabato scorso, in un noto locale di Roma, Black box, la sua sfilata di moda ha avuto successo,  conquistando i mille cinquecento presenze, affascinati dallo stile  artigianale che aveva ogni capo d’abbigliamento che indicava la singolarità del prodotto.

 

 

 

Alesia Moroni, Mi potresti dire in breve come è nata questa  idea di creare una linea d'abbigliamento che avesse un style  innovativo?

 

allora, questo progetto inizia nella mia famiglia, estremamente contaminata da varie culture, e nella mia città, che da molti anni a questa parte è diventata un frullatore di civiltà, cercavo qualcosa che potesse rappresentare i giovani d'oggi, unirli in un solo vortice di scambio interculturale, abbinando stoffe della tradizione africana a modelli europei.

Quale la tua città d'origine?

sono romana di nascita, ma con una forte influenza africana, perche ho un patrigno congolese e la mia nonna materna opera da molti anni in africa, con la sua associazione di beneficenza , sono oramai piu di 10 anni che vive in burkina faso

Da chi o da cosa si ispirano i tuoi disegni?

l'idea è partita da me, cerca di rispecchiare una giovane donna moderna, ancorata con un piede alle radici, alle tradizioni e con un altro pronta ad un passo verso il futuro. infatti la traduzione letterale del marchio MIZIZI significa radici in swahili

Ora, parlando del prodotto in se, nel video pubblicato su youtube una settimana fa,  che annunciava la prima sfilata al black box sabato scorso.  si notano due cose : uno, che non ci sono modelle magre come quelle che si vedono nelle classiche  passerelle, e due, ci sono modelle addirittura rotonde. Insomma qual 'è il tuo target?

non ho un target, cerco di rappresentare una ragazza semplice e particolare con un proprio stile, qualcuno che essendo se stesso, ti riesce a trasmettere qualcosa oltre alla bellezza.

Questa frase  “ Mizizi è controversa, nasce da terre e radici, avanza nell'essere contemporaneo, in amplesso tra il passato e il futuro" ha un riferimento a questa sociéta che è sempre di più multietnica?

assolutamente si, questo è il punto focale del progetto, bisogna cercare di prendere tutto il possibile da questo momento cosi intenso, e concentrarci a creare qualcosa di positivo con vibrazioni nuove, senza mai dimenticarsi da dove veniamo.

Perché Mizizi deve essere la moda del futuro?

perché ha il valore della controversia in una realtà che tende sempre di più al grigio e all'omologazione.

Appunto, sai alesia viviamo in questa realtà del mondo della moda che è troppo monotona, è molto legato al passato, e ogni tipo d'abbigliamento sembra che sia uguale a quello creato precedentemente.   Mi potresti nominare e descrivere alcuni capi che hanno  conquistato i più di 230 mi piace sulla pagina facebook, in pochi giorni, e che continua ad avere sempre più consenso in un modo o nell'altro?

dunque ti posso raccontare, alcuni dei pezzi che mi stanno più a cuore,  dunque ognuno di questi capi e stato realizzato da me, con stoffe che ho preso personalmente in giro per l'Africa da Ouagadougou, Lagos e Dakar. in particolare le stoffe Burkinabè sono state realizzate interamente da ragazze che studiano e lavorano in un centro per l'educazione famigliare, sostenendo cosi anche dei progetti di sviluppo per la figura femminile in africa.

C'è un particolare vestiario che non si trova nei negozi di roma?

beh ogni capo di abbigliamento è il prodotto di una lavorazione artigianale, che ne indica la singolarità. Gli abbinamenti di tessuti e modelli dipendono dalla disponibilità e dalla reperibilità dei materiali, quindi ogni pezzo è unico.

Da fotografa ad aspirante stilista , come stai affrontando questa sfida?

io ho sempre amato spaziare nelle varie vie della creatività, a partire dalla fotografia, scultura pittura ed infine mi sono ritrovata con una macchina da cucire e tante idee, che poi portando tutte in una sola destinazione, la libertà d'espressione, che oggi più che mai va sbandierata come una delle nostre più grandi conquiste.

La sfilata di sabato è stato l'attrazione della serata al black box, il fatto che le modelle sfilassero ballando, cosa secondo i tuoi piani dovevano comunicare?

dunque ci trovavamo in un ambiente che si prestava molto alla situazione, e ho chiesto ad ognuna delle ragazze di provare ad interpretare il proprio vestito, e lo hanno fatto ballando, che è sicuramente uno dei modi più istintivi e naturali per rappresentare quello che si ha dentro.

Quali sono i progetti futuri?

dunque sto già disegnando una linea Mizizi per uomo, e spero di non fermarmi qui completando con modelli anche per bambini, continuero sicuramente con il mio primo amore, la fotografia, che per il momento sta andando a braccetto con tutti i progetti Mizizi !

Visto questa situazione di crisi che crea una atmosfera di osterità, spingendo gli imprenditori italiani scontenti a lasciare l’italia per andare a produrre a l’estero, anche tu pensi un giorno di continuare il tuo progetto altrove?

Per me l'Italia e fonte di ispirazione, ho vissuto già per diversi mesi a New York, che è una meravigliosa città cosmopolita, mali mi mancava qualcosa, l'Italia e il mio luogo dell'anima e anche in momenti di crisi bisogna rimboccarsi le maniche, e lottare per un futuro migliore.

come i clienti ti possono contattare per avere un capo d'abbigliamento??

possono mettersi in contatto su facebook cercando in pages: Mizizi o inviando una mail ad Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

presto sarà disponibile anche un sito internet

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE
Fallo ora con la tua Carta di Credito, è semplice e veloce



Chi è online

 82 visitatori online

Clicca quì sotto per vedere le foto

Spazio Fotografico: guarda le foto!


Per la tua pubblicità

Hotel LaMarée (Kribi)

Ndjilè Magazine

Ndjilè Magazine

Mailing List

Media

Tourismafrica Youtube

Fondazione Samuel Eto'o

Fondazione Samuel Eto'o